skip to Main Content
RIFORMA DEL DIRITTO D’AUTORE NEL MERCATO UNICO DIGITALE: PIÙ TUTELA PER I TITOLARI DEI DIRITTI D’AUTORE E DEI DIRITTI CONNESSI.

RIFORMA DEL DIRITTO D’AUTORE NEL MERCATO UNICO DIGITALE: PIÙ TUTELA PER I TITOLARI DEI DIRITTI D’AUTORE E DEI DIRITTI CONNESSI.

Il Parlamento Europeo, il 12 settembre 2018, ha approvato una importante innovazione normativa. Si tratta dell’approvazione della proposta di direttiva della riforma della legge sul diritto d’autore nel mercato unico digitale (COM(2016)0593).

La proposta di direttiva europea equilibra, infatti, i rapporti tra i titolari dei diritti d’autore (editori, autori, artisti e gli altri titolari dei diritti d’autore e dei diritti connessi) e le grandi piattaforme digitali (Facebook, Google, YouTube ecc.), attribuendo maggiore tutela ai primi.

Fra le novità più rilevanti, ma anche tra le più contestate, si annoverano l’obbligo di pagamento per le piattaforme digitali degli articoli giornalistici pubblicati (art. 11 della proposta di direttiva) e l’obbligo per le stesse di effettuare un controllo stringente sui contenuti caricati dai loro utenti al fine di impedire che siano pubblicati contenuti già protetti dal diritto d’autore (art. 13 della proposta di direttiva).

Fanno eccezione a tali obblighi le pubblicazioni di contenuti per scopi scientifici, didattici, illustrativi, non commerciali e privati (Artt. 3 e 4 della proposta della direttiva).

E’ prevista anche la possibilità per i Paesi dell’Unione Europea di introdurre un equo compenso a favore degli autori, degli artisti e degli editori qualora i loro contenuti siano riprodotti sulle piattaforme digitali violando detta proposta di direttiva (art. 4 della proposta della direttiva).

Dopo l’avvenuta approvazione da parte del Parlamento Europeo, si attende l’approvazione da parte del Consiglio d’Europa al cui esame è adesso sottoposta la proposta di direttiva.

Consulenza online

Videoconferenza

Back To Top